Cerca alloggio

Cerca alloggio  

1 - 12 sul totale 84

    ...

Mostra: Guarda, la Città!

Tempo:03.06.2022.- 30.09.2022. Posto:Pićan

La fotografia di famiglia degli abitanti di Pedena

Di più

Mostra: Guarda, la Città!

Tempo:03.06.2022.- 30.09.2022. Posto:Pićan Località:Centro per la cultura immateriale dell\'Istria
La fotografia di famiglia degli abitanti di Pedena
  • Organizzatore:
  • Etnografski muzej Istre (EMI)
  • www.emi.hr
  • www.emi.hr

Aperto: 09:00 - 17:00, chiuso il sabato e la domenica

La mostra del Centro per la cultura immateriale dell\'Istria del Museo etnografico dell\'Istra è risultato delle ricerche sul campo con lo scopo del mapping dei ricordi attraverso il media della fotografia di famiglia degli abitanti del centro stretto della città di Pedena.

A parte lo sviluppo della nuova documentazione audiovisiva e quella dei fondi museali, con questa mostra si è ottenuta la nuova comunicazione con la comunità locale e il momento partecipativo nella creazione del contenuto con il quale raccontano se stessi e la propria vita.  

Ogni fotografia è stata selezionata dalle famiglie (case) che hanno deciso di collaborare. Le informazioni sulle fotografie sono state raccolte durante la ricerca sul campo e trascritte letteralmente nelle legende. Nella mostra hanno partecipato 14 famiglie (case).  

La datazione, località e il soggetto della fotografia sono stati scelti arbitrariamente perché il focus della scelta era sul sentimento del valore particolare per il proprietario/a e/o la famiglia. In tal modo si è raggiunta la percezione e la comprensione più chiara delle emozioni e memorie individuali e collettive. L’intero processo ha abilitato anche una osservazione più ampia della cultura della vita e della fotografia.

Proprietari delle fotografie: Nela i Darko Aničić, Manuela Bačić, Romana Kancijanić,
Juna Kiković, Nadija i Branko Kolić, Nevenka Pantina, Ljuban Radić,
Andrej Rugovac, Emilia Šestan, Anton Širol, Ana-Lea Težak,
Dražana Težak, Marija Težak, Danijela Draguzet
Autrice della mostra: Nuša Hauser

 

Il Centro per la cultura immateriale dell’Istria del Museo etnografico dell’Istria è stato fondato il 20 giugno del 2011 a Pedena e il suo compito è quello di rendere più facile la comprensione, ossia la percezione della cultura immateriale e la sua presentazione. La cultura non materiale comprende la forza vitale del sapere e delle prassi che si trasmettono di generazione in generazione e sono in continuo movimento. 

»» Scopri di più

Mostra: Banksy

Tempo:08.07.2022.- 06.11.2022. Posto:Poreč-Parenzo

Mostra

Di più

Mostra: Banksy

Tempo:08.07.2022.- 06.11.2022., 9:00-19:00 Posto:Poreč-Parenzo Località:Ulica Nikole Tesle 5

Mostra

9:00-19:00

Mostra: URBAN Photo Awards 2022 - Piero Colle & Antony Salla

Tempo:28.07.2022.- 30.09.2022. Posto:Poreč-Parenzo

Mostra

Di più

Mostra: URBAN Photo Awards 2022 - Piero Colle & Antony Salla

Tempo:28.07.2022.- 30.09.2022. Posto:Poreč-Parenzo Località:Decumanus 9

Mostra

  • Organizzatore:
  • Zavičajni muzej Poreštine – Museo del territorio parentino
  • www.muzejporec.hr
  • +385 52 887 217
  • www.muzejporec.hr

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Kaštelir-Labinci

Tour guidati e gratuiti in MTB

Di più

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Kaštelir-Labinci Località:Array
Tour guidati e gratuiti in MTB

Se amate andare in bici e allo stesso tempo scoprire luoghi straordinari nella natura, dovete assolutamente provare i tour ciclistici gratuiti, organizzati dalla Riviera di Parenzo. Esplorate i sentieri incontaminati e i percorsi su strada asfaltata che si snodano attraverso pittoreschi paesaggi nei dintorni delle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier e Visinada. Scoprite la grotta di Baredine, il bosco Kontija vicino al canale di Leme, il parco delle sculture di Dušan Džamonja o il famoso osservatorio di Tizzano.   

DISPONIBILE: da lunedì a venerdì
LOCALITÀ: Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier, Visinada  

L’offerta include cinque tour guidati e completamente gratuiti in MTB con partenza dalle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier o Visinada. Potete scegliere percorsi di difficoltà facile e media che variano dai 20 ai 45 km di lunghezza, nonché dai 115 ai 450 m di dislivello accumulato in salita.  

INFO: 
Poreč
Funtana
Tar-Vabriga
Kaštelir-Labinci
Vižinada

Note relative ai tour MTB gratuiti:
I tour sono completamente gratuiti e non includono bibite, cibo né biglietti d’ingresso per le attrazioni.
È possibile noleggiare bici, caschi e altre attrezzature per ciclisti (dietro pagamento).
Il casco è obbligatorio.
I tour non sono consigliati per bambini di età inferiore ai 14 anni.
È indispensabile sapere andare in bici e avere una preparazione fisica adeguata per percorrere dai 20 ai 50 km al giorno.
In caso di necessità è assicurato un veicolo di assistenza.
La guida si riserva il diritto di modificare il percorso secondo le condizioni meteo e la preparazione fisica dei partecipanti.  

Le prenotazioni dei tour gratuiti si possono effettuare al massimo entro 12 ore prima della partenza:
Viber/WhatsApp +385 91 604 1723,
e-mail: bikecenterporec@gmail.com

 

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Funtana

Tour guidati e gratuiti in MTB

Di più

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Funtana Località:Array
Tour guidati e gratuiti in MTB

Se amate andare in bici e allo stesso tempo scoprire luoghi straordinari nella natura, dovete assolutamente provare i tour ciclistici gratuiti, organizzati dalla Riviera di Parenzo. Esplorate i sentieri incontaminati e i percorsi su strada asfaltata che si snodano attraverso pittoreschi paesaggi nei dintorni delle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier e Visinada. Scoprite la grotta di Baredine, il bosco Kontija vicino al canale di Leme, il parco delle sculture di Dušan Džamonja o il famoso osservatorio di Tizzano.   

DISPONIBILE: da lunedì a venerdì
LOCALITÀ: Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier, Visinada  

L’offerta include cinque tour guidati e completamente gratuiti in MTB con partenza dalle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier o Visinada. Potete scegliere percorsi di difficoltà facile e media che variano dai 20 ai 45 km di lunghezza, nonché dai 115 ai 450 m di dislivello accumulato in salita.  

INFO:
funtana.com/it/free-porec-riviera-bike-tours-scoprite-la-riviera-di-parenzo-percorrendo-la-costa-i-boschi-e-il-pittoresco-entroterra/


Note relative ai tour MTB gratuiti:
I tour sono completamente gratuiti e non includono bibite, cibo né biglietti d’ingresso per le attrazioni.
È possibile noleggiare bici, caschi e altre attrezzature per ciclisti (dietro pagamento).
Il casco è obbligatorio.
I tour non sono consigliati per bambini di età inferiore ai 14 anni.
È indispensabile sapere andare in bici e avere una preparazione fisica adeguata per percorrere dai 20 ai 50 km al giorno.
In caso di necessità è assicurato un veicolo di assistenza.
La guida si riserva il diritto di modificare il percorso secondo le condizioni meteo e la preparazione fisica dei partecipanti.  

Le prenotazioni dei tour gratuiti si possono effettuare al massimo entro 12 ore prima della partenza:
Viber/WhatsApp +385 91 604 1723,
e-mail: bikecenterporec@gmail.com

 

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Tar-Vabriga

Tour guidati e gratuiti in MTB

Di più

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Tar-Vabriga Località:Array
Tour guidati e gratuiti in MTB

Se amate andare in bici e allo stesso tempo scoprire luoghi straordinari nella natura, dovete assolutamente provare i tour ciclistici gratuiti, organizzati dalla Riviera di Parenzo. Esplorate i sentieri incontaminati e i percorsi su strada asfaltata che si snodano attraverso pittoreschi paesaggi nei dintorni delle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier e Visinada. Scoprite la grotta di Baredine, il bosco Kontija vicino al canale di Leme, il parco delle sculture di Dušan Džamonja o il famoso osservatorio di Tizzano.   

DISPONIBILE: da lunedì a venerdì
LOCALITÀ: Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier, Visinada  

INFO:
Free Poreč Riviera MTB Tours

L’offerta include cinque tour guidati e completamente gratuiti in MTB con partenza dalle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier o Visinada. Potete scegliere percorsi di difficoltà facile e media che variano dai 20 ai 45 km di lunghezza, nonché dai 115 ai 450 m di dislivello accumulato in salita.  

Note relative ai tour MTB gratuiti:
I tour sono completamente gratuiti e non includono bibite, cibo né biglietti d’ingresso per le attrazioni.
È possibile noleggiare bici, caschi e altre attrezzature per ciclisti (dietro pagamento).
Il casco è obbligatorio.
I tour non sono consigliati per bambini di età inferiore ai 14 anni.
È indispensabile sapere andare in bici e avere una preparazione fisica adeguata per percorrere dai 20 ai 50 km al giorno.
In caso di necessità è assicurato un veicolo di assistenza.
La guida si riserva il diritto di modificare il percorso secondo le condizioni meteo e la preparazione fisica dei partecipanti.  

Le prenotazioni dei tour gratuiti si possono effettuare al massimo entro 12 ore prima della partenza:
Viber/WhatsApp +385 91 604 1723,
e-mail: bikecenterporec@gmail.com

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Poreč-Parenzo

Tour guidati e gratuiti in MTB

Di più

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Poreč-Parenzo Località:Array
Tour guidati e gratuiti in MTB

Se amate andare in bici e allo stesso tempo scoprire luoghi straordinari nella natura, dovete assolutamente provare i tour ciclistici gratuiti, organizzati dalla Riviera di Parenzo. Esplorate i sentieri incontaminati e i percorsi su strada asfaltata che si snodano attraverso pittoreschi paesaggi nei dintorni delle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier e Visinada. Scoprite la grotta di Baredine, il bosco Kontija vicino al canale di Leme, il parco delle sculture di Dušan Džamonja o il famoso osservatorio di Tizzano.   

DISPONIBILE: da lunedì a venerdì
LOCALITÀ: Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier, Visinada  

L’offerta include cinque tour guidati e completamente gratuiti in MTB con partenza dalle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier o Visinada. Potete scegliere percorsi di difficoltà facile e media che variano dai 20 ai 45 km di lunghezza, nonché dai 115 ai 450 m di dislivello accumulato in salita.  

INFO:
myporec.com/it/cosa-fare/azione/cicloturismo/free-porec-bike-tours

Note relative ai tour MTB gratuiti:
I tour sono completamente gratuiti e non includono bibite, cibo né biglietti d’ingresso per le attrazioni.
È possibile noleggiare bici, caschi e altre attrezzature per ciclisti (dietro pagamento).
Il casco è obbligatorio.
I tour non sono consigliati per bambini di età inferiore ai 14 anni.
È indispensabile sapere andare in bici e avere una preparazione fisica adeguata per percorrere dai 20 ai 50 km al giorno.
In caso di necessità è assicurato un veicolo di assistenza.
La guida si riserva il diritto di modificare il percorso secondo le condizioni meteo e la preparazione fisica dei partecipanti.  

Le prenotazioni dei tour gratuiti si possono effettuare al massimo entro 12 ore prima della partenza:
Viber/WhatsApp +385 91 604 1723,
e-mail: bikecenterporec@gmail.com

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Vižinada-Visinada

Tour guidati e gratuiti in MTB

Di più

Free Poreč Riviera Bike Tours

Tempo:22.08.2022.- 30.09.2022. Posto:Vižinada-Visinada Località:Array
Tour guidati e gratuiti in MTB

Se amate andare in bici e allo stesso tempo scoprire luoghi straordinari nella natura, dovete assolutamente provare i tour ciclistici gratuiti, organizzati dalla Riviera di Parenzo. Esplorate i sentieri incontaminati e i percorsi su strada asfaltata che si snodano attraverso pittoreschi paesaggi nei dintorni delle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier e Visinada. Scoprite la grotta di Baredine, il bosco Kontija vicino al canale di Leme, il parco delle sculture di Dušan Džamonja o il famoso osservatorio di Tizzano.   

DISPONIBILE: da lunedì a venerdì
LOCALITÀ: Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier, Visinada  

L’offerta include cinque tour guidati e completamente gratuiti in MTB con partenza dalle località di Parenzo, Fontane, Torre-Abrega, Castellier o Visinada. Potete scegliere percorsi di difficoltà facile e media che variano dai 20 ai 45 km di lunghezza, nonché dai 115 ai 450 m di dislivello accumulato in salita.  

INFO: 
Poreč
Funtana
Tar-Vabriga
Kaštelir-Labinci
Vižinada

Note relative ai tour MTB gratuiti:
I tour sono completamente gratuiti e non includono bibite, cibo né biglietti d’ingresso per le attrazioni.
È possibile noleggiare bici, caschi e altre attrezzature per ciclisti (dietro pagamento).
Il casco è obbligatorio.
I tour non sono consigliati per bambini di età inferiore ai 14 anni.
È indispensabile sapere andare in bici e avere una preparazione fisica adeguata per percorrere dai 20 ai 50 km al giorno.
In caso di necessità è assicurato un veicolo di assistenza.
La guida si riserva il diritto di modificare il percorso secondo le condizioni meteo e la preparazione fisica dei partecipanti.  

Le prenotazioni dei tour gratuiti si possono effettuare al massimo entro 12 ore prima della partenza:
Viber/WhatsApp +385 91 604 1723,
e-mail: bikecenterporec@gmail.com

 

Mostra: Collezione Čičak

Tempo:02.09.2022.- 09.10.2022. Posto:Novigrad-Cittanova

No breve descrizione

Di più

Mostra: Collezione Čičak

Tempo:02.09.2022.- 09.10.2022. Posto:Novigrad-Cittanova Località:Muzej Lapidarium & Galerija Rigo

A cura di Zvonko Maković

I collezionisti Igor Čičak e Gordana Gregurić Čičak per anni hanno scelto con passione, ma anche con profonda riflessione, artisti e soprattutto opere create a partire dalla metà del XX secolo fino ai giorni nostri. Una delle caratteristiche della Collezione Čičak è il fatto che in essa vi siano presentate principalmente opere d’arte astratta, opere rappresentative di artisti chea ppartenevano al gruppo EXAT-51, tra cui Ivan Picelj, Vjenceslav Richter, Aleksandar Srnec, Božidar Rašica, Vlado Kristl, e al grup¬po Gorgona, tra cui Julije Knifer, Đuro Seder, Ivan Kožarić e altri, ma anche grandi singoli artisti che non appartenevano a nessuno di questi gruppi, ma che insieme a loro andarono a delineare i più alti standard dell’arte moderna nazionale.

La mostra è accompagnata da un ampio catalogo monografico della Collezione Čičak e da un catalogo della mostra. Dopo l\'inaugurazione segue l’esibizione musicale del musicista cittanovese Sandi.

La realizzazione della mostra è stata resa possibile da Provectus Capital, dalla Città di Novigrad-Cittanova, dall’Ente per il Turismo di Novigrad-Cittanova e dalla Regione istriana – Assessorato alla cultura e territorialità

Pulski glazbenici Puli

Tempo:09.09.2022.- 30.09.2022. Posto:Pula-Pola

23. festival di musica da camera

Di più

Pulski glazbenici Puli

Tempo:09.09.2022.- 30.09.2022., 20:00 Posto:Pula-Pola Località:Array
23. festival di musica da camera

20:00

09.09.2022
Toni Nežić, bass, Robert Batelić, piano, Crkva sv. Franje, free entry, 20 h

14.09.2022
Latica Anić, cello, Krešimir Starčević, piano, Crkva sv. Franje, free entry, 20 h

28.09.2022
Piano duo, Ljudmila Šumarova & Danijela Horvat, INK - Mala scena, free entry, 20 h

30.09.2022
Piano duo, Katarina Gekić & Jakša Zlatar, Crkva sv. Franje, free entry, 20 h

Alija Rešić: Retrospettiva

Tempo:09.09.2022.- 15.10.2022. Posto:Pula-Pola

Mostra

Di più

Alija Rešić: Retrospettiva

Tempo:09.09.2022.- 15.10.2022. Posto:Pula-Pola Località:Array
Mostra

Aperto: 17:00 - 21:00, sabato 10:00 - 13:00, chiuso la domenica

Alija Rešić: Retrospektiva - Retrospective -  Retrospettiva [pdf]

La donna porta il mondo, disse una volta lo scultore accademico Alija Rešić. Osservando in questa mostra retrospettiva le opere di quasi tutte le fasi della sua ricca produzione, si può evincere che Rešić ha dedicato le sue creazioni in grande misura alla donna. Per Alija la donna rappresenta il concetto di sublimità, purezza e perfezione e modella i suoi numerosi nudi con accentuata devozione senza oscurarne la carica erotica. Sebbene l’autore enfatizzi la sensualità, non tratta la donna come un oggetto passeggero di desiderio, ma sottolinea in modo discreto il suo carattere materno e fertile, nonché una forte personalità la cui ratio supera le numerose turbolenze della vita quotidiana. Una simile figura femminile di Alija rimase per dieci anni di fronte all’ingresso del sotterraneo mondo antiquario del famoso bohémien, collezionista, erudito e punto di riferimento polese Boris Nemeš. Dopo la sua prematura scomparsa, l’antiquario fu chiuso e la scultura fu rimossa perché quel luogo divenne l’ingresso principale della Zerostrasse, il sistema di rifugi sotto il Castello costruito dalla monarchia austro-ungarica poco prima della Prima guerra mondiale.

Nell’ambito della sua mostra presso la Galleria civica di Pola, Alija riportò temporaneamente quella stessa scultura nel luogo in cui era stata per anni e divenne uno dei punti salienti visivi della città. Guardandola ora, così come i suoi due nudi femminili collocati temporaneamente tra Porta Ercole e Porta Gemina in via Carrara e che risaltano perfettamente le mura romane, diventiamo consapevoli di quanto Pola necessiti della scultura pubblica. È evidente che è indispensabile iniziare a curare sistematicamente questo importante segmento della cosmesi urbana e, con l’aiuto di eminenti esperti, iniziare ad implementarlo in modo pianificato affinché non si ripeta il collocamento inappropriato di busti di eroi nazionali dietro lo splendido monumento di Radauš in Parco di Tito o eccessi non pianificati come quello accaduto al busto di Lino Mariani dinanzi al Circolo (sistemando le opere di Rešić ha ottenuto una sorta di significato), Matko Laginja in Parco Re Petar Krešimir, Juraj Dobrila nell’omonimo parco, ecc., ecc.

L’uscita delle sculture di Rešić dallo spazio espositivo nel tessuto cittadino ha nobilitato le aree pubbliche e ha fatto capire che è giunto il momento che Pola smetta di essere una città di busti sparsi e che la scultura monumentale deve essere progettata sistematicamente. Alija ha installato in Parco Re Krešimir una grande scultura rotonda (r = 2,5 m): la visione e l’interpretazione dell’autore del virus Covid 19, che ora si intensificherà di nuovo dopo la fine della stagione turistica. A differenza degli atti poetici in Via Carrara, questa scultura dell’autore non è per niente esteticamente accattivante. È di colore nero e, nonostante la sua struttura a rete, è ruvida e grezza. Le aste di metallo nero sono gli elementi strutturali e portanti della grande palla la cui superficie è chiusa da una griglia metallica, circondata da catene grigie e ha un effetto ammonitore, minaccioso e spaventoso. I fiori di crisantemo di plastica nera (fiori che si portano al cimitero) perforano la superficie della sfera sporgendo nell’aria e, oltre ad essere un elemento descrittivo riconoscibile del Coronavirus, sottolineano ironicamente i frequenti esiti finali dell’effetto di questo virus che negli ultimi tre anni ha decisamente cambiato il mondo. Le conseguenze dirette o indirette della pandemia da coronavirus non hanno risparmiato nemmeno lo stesso Alija che ha creato questa scultura con l’intenzione di mettere in guardia la gente comune sulla manipolazione globale che, attraverso le misure epidemiologiche, ha limitato l’individualità e la libertà di scelta sociale aumentando significativamente il controllo del sistema sull’individuo. Oggi l’uomo è stato messo con le spalle al muro e nemmeno Alija, quale scultore silenzioso e schivo, non può rimanere in silenzio e, per la prima volta, si avventura in quella che tendiamo a chiamare arte socialmente impegnata.

La scultura o installazione descritta nasce dall’ultimo ciclo di Rešić, la Trilogia della crescita, un trittico realizzato nel 2021 in cui l’autore usa un linguaggio simbolico per parlare delle tre fasi della vita: infanzia, età adulta e vecchiaia. Tre sculture di forma identica rappresentano il cervello umano, la cui struttura, come metafora della maternità, è personificata dal nudo femminile moltiplicato e intrecciato e le viti e i chiodi che sporgono dal cervello illustrano una particolare età della vita. Quando guardiamo il trittico da un’altra prospettiva, è evidente che allude alla comparsa del Coronavirus, cioè che l’autore usa un processo associativo per parlare della nostra recente e terrificante realtà.

Alija Rešić ha iniziato il suo percorso d’autore con un’ode poetica alla donna che aveva già chiaramente sottolineato nel suo primo ciclo con il significativo nome di Venus. In questa serie, il giovane scultore si sta appena formando come autore e non sorprende che le influenze formative del suo maestro Ivan Sabolić siano ancora visibili, ma anche che stia studiando i grandi del pensiero scultoreo moderno come Henry Moore e Aristide Maillol. Questo suo primo ciclo scultoreo sublima in modo inventivo e coerente le suddette influenze scultoree, ma promuove gradualmente anche un’autentica grafia d’autore che si manifesta nel ritmo inventivo di collocare la massa nello spazio, nonché nel dialogo di un design plastico forte e monumentale con struttura superficiale raffinata e leggera. Le sculture di Rešić hanno una massa voluminosa accentuata racchiusa in forme tese (e, quando necessario, stilizzate), ma nonostante la sua stabilità statica, è evidente che l’autore vuole mettere in movimento questo volume impressionante, sfondare la struttura formale e rilasciare una potente energia che, sebbene trattenuta dalla solidità della forma, ribolle impaziente e irrequieta sotto la tesa membrana scultorea. Nel ciclo successivo chiamato Riva, la forma scultorea di Alija è un po’ più scolpita, leggera ed elegante e si nota una notevole tendenza verso una costruzione razionale dello spazio all’interno del corpo della statua stessa.

Parallelamente alla scultura, Rešić è sempre più impegnato nel disegno e nella pittura, e in queste espressioni è molto più libero che nelle sculture, sebbene la loro vocazione iniziale sia identica. Le composizioni dipinte e disegnate sono state eseguite in modo rapido, quasi abbozzato, ed emanano una forte carica espressionista che indica il grande potenziale artistico dell’autore che vuole realizzare le sue visioni il prima possibile, e sono presenti lievi deviazioni dalla forma predefinita e proporzioni rigorose, che uno scultore di mestiere come Alija non può permettersi quando opera nella sua matrice originale. I disegni e i dipinti fluttuano al limite delle leggi compositive e formali e, insieme alla ricerca sulla forma dell’autore, sfociano in uno specifico manierismo modernista. Nel ciclo Lungomare che nasce all’inizio del duemila, tale manierismo si estende anche alle sculture, che ora sono di formato più piccolo e si discostano non solo con forme più libere, ma anche con una certa stilizzazione geometrica della figura simile a quella dipinta su vasi antichi in stile Dipylon. La forma stessa (insieme alle deviazioni manieristiche che si manifestano più chiaramente nelle piccole teste delle figure) è stata interpretata in modo alquanto minimalista, mentre il movimento è ora fermato nel momento e realizzato in modo immaginario da stilizzazioni e rotazioni volute della forma di base (foglio).

Alija Rešić è uno scultore che non espone troppo spesso, non partecipa attivamente alle strutture artistiche e culturali, non è interessato alle correnti moderne o a altre tendenze. Coerente alla sua poetica spensierata, rilassata e leggermente romantica, si allontana consapevolmente dalla realtà e lascia che il tempo gli scorra accanto. Per anni ha coltivato la sua espressione artistica esclusivamente come mezzo di divertimento, non come un compito programmato o un obbligo di corporazione, e non è mai stato veramente interessato alla promozione del proprio lavoro perché crea solo quando lo vuole davvero. Allo stesso tempo è homo ludens e homo faber perché per lui una cosa vale se è fatta con mani umane e con gioia, proprio come afferma: l’arte fa parte della vita e la vita è arte.

Mladen Lučić


ALIJA REŠIĆ è nato nel 1952 a Prijedor, in Bosnia ed Erzegovina. Si iscrive alla Scuola di arti applicate nel 1970 a Sarajevo nella classe del prof. Alija Kučukalić, ma già l’anno seguente si reca a Zagabria dove si iscrive al Dipartimento di scultura presso la Scuola di arti applicate sotto la guida del prof. Ante Despot e il prof. Belizar Bahorić.

Continua il suo percorso formativo presso l’Accademia di Belle Arti di Zagabria nel 1975 e frequenta il corso di disegno del prof. Ivan Lovrenčić, il corso di pittura del prof. Ivo Šebalj e il corso di scultura del prof. Stipe Sikirica. Dopo due anni si trasferisce nella classe di scultura del prof. Ivan Sabolić dove si laurea nel 1980, anno in cui diventa collaboratore d’Officina del prof. Antun Augustinčić sotto la guida di Ivan Sabolić.

Ottiene lo status di artista professionista indipendente presso l’Associazione croata degli artisti indipendenti nel 1981, mentre dal 1999 diventa membro della Società croata degli artisti figurativi dell’Istria. Ha tenuto una ventina di mostre personali e partecipato a diverse mostre collettive nel paese e all’estero, ottenendo numerosi premi. Vive e lavora a Cherbochi vicino a Barbana, Istria.

Finally in Pula

Tempo:10.09.2022.- 30.09.2022. Posto:Pula-Pola

Mostra

Di più

Finally in Pula

Tempo:10.09.2022.- 30.09.2022. Posto:Pula-Pola Località:Array
Mostra

1 - 12 sul totale 84

    ...

Turistička zajednica općine Funtana

Bernarda Borisia 2

HR – 52452 Funtana

Tel. +385 52 445 119

E-mail: info@funtana.com

Copyright 2016 Ente turistico Fontane