MAX: 29 °C

MIN: 20 °C

Cerca alloggio

Il patrimonio storico di Funtana

La chiesa parrocchiale di San Bernardo

  • Eretta nel 1621, è una costruzione ad una navata con la sacrestia, allungata nel 1941 e restaurata nel 1988. Accanto svetta il campanile, costruito nel XVII secolo, ristrutturato nel 2000, alto 34 metri, mentre entrando all’interno della chiesa, troveremo la lapide in memoria del conte Borisi, signore di Fontane, che qui riposa, dove è ben visibile lo stemma del nobile casato.
    Dietro all’altare c’è un’interessante pala raffigurante la Madonna ed il Bambin Gesù con i Santi, opera di maggior valore che si conserva in loco, recentemente uscita dal laboratorio di restauro.
    Si tratta di un felice connubio di due stili susseguitisi nella storia dell’arte: la parte superiore della Madonna con il bambino segue i canoni rinascimentali, mentre la parte inferiore con la rappresentazione dei santi è barocca. L’autore è rimasto ignoto.
    Sull’altare laterale della parte sinistra spicca la pala della Madonna con il Bambino assieme ai SS. Domenico e Caterina. L’interessante opera, denominata pure Madonna del Rosario, d’autore ignoto, creata secondo la tecnica del l’olio su tela, risale all’inizio del XVII secolo ed appartiene al primo periodo barroco veneziano. Ha ritrovato posto sopra l’altare nel 1994 dopo un minuzioso restauro.
    L’altare laterale a destra vanta l’immagine del beato Alojzje Stepinac (1898-1960), cardinale e arcivescovo di Zagabria, noto a livello internazionale per il suo coraggio e le ardue sentenze inflittegli dalle autorità comuniste. L’opera, anch’essa creata secondo la tecnica dell’olio su tela, porta la firma di Vladimir Pavlinić ed è stata benedetta nel 1999.
    Sopra l’entrata della chiesetta ci sono il coro e l’organo, costruito nel 1878 e donato recentemente ai parrocchiani dall’amico tedesco, sig. Werner Linz da Weinheim.

Il castello-fortezza

  • Il castello-fortezza di Funtana è un monumento culturale tutelato. Commissionato, come si narra, da Bernardo Borisi nel 1610, ed eretto sulla collina “a quattro miglia di distanza da Parenzo, e a due da Orsera”, come lo testimonia l’inscrizione latina sopra il portale dell’imponente costruzione:
    In te, O Signore, ho riposto la mia fiducia.
    Fatto costruire nel 1610 da Bernardo Borisi, della nobile famiglia Docleate e Antivarese dei Borisi
    Il castello-tortezza di stile rinascimentale è stato poi ricostruito durante l’epoca barocca quando vennero aperti nuovi fori per le finestre. Il Castello è la prima costruzione architettonica a Funtana attorno alla quale si ramificava il borgo.
    Gli storici presumono l’esistenza di forme architettoniche tardo-medievali sulle cui fondamenta veniva eretta la costruzione.
    L’interno del castello non è accessibile al pubblico.

La chiesetta di Santa Lucia

  • Eretta nel 1750, la chiesetta si trova a lato della strada principale. Sul frontone c’e il campanile a vela privo di campane.
    La chiesa è di proprietà privata e la messa solenne viene officiata in occasione della giornata dedicata alla santa.

La chiesetta della Madonna della Misericordia

  • La chiesetta della Madonna della Misericordia è un’antica chiesa medievale, che si trova nella zona denominata Perilo sull’entrata settentrionale di Funtana. Fino agli inizi del novecento era affiancata dal vecchio cimitero cittadino.
    In base ai reperti rinvenuti in seguito a recenti ricerche e ristrutturazioni, gli esperti credono che la chiesetta potrebbe avere più di mille anni.
    Il nucleo della chiesetta ha origini Romane, o forse anche più antiche, ma nel corso dei secoli ha subito notevoli interventi di restauro e di ricostruzione. La facciata è di nuova data, mentre quella precedente conteneva raffigurazioni di navi Veneziane che i marinai avevano graffiato sui muri, pregando la Madonna per una navigazione sicura, oppure in segno di ringraziamento per le promesse mantenute.
    All’interno si trovano due tombe monumentali risalenti al seicento ed al settecento. La chiesetta è stata ristrutturata nel 1998.

La chiesa della Madonna del Carmelo

  • La chiesa barocca della Madonna del Carmelo si trova presso l’attuale cimitero di Funtana. Risalente alla prima metà del seicento, è stata restaurata nel 1907. Nello stesso anno veniva abbandonato il primo cimitero, sito in zona Perilo, mente il nuovo fu inaugurato proprio accanto alla chiesa della Madonna del Carmelo. È interessante ricordare come la Madonna del Carmelo, nell’arte sacra viene raffigurata con il rosario in mano, e in fondo al rosario non pende la croce bensì una scatoletta oppure un breviario.

Le sorgenti

  • Le sorgenti d’acqua viva vicino a Funtana, da cui trae origine lo stesso toponimo, benché si trovino nelle vicinanze del mare e sul livello della superficie salmastra, contengono un’acqua cristallina, dolce e potabile. Fino a poco tempo fa la popolazione del parentino e dell’interno della penisola istriana usufruivano dell’acqua fontanese e si rifornivano per mezzo delle botti trasportandole con i carri.
    Sono sorgenti note sin dall’antichità: nel II. secolo Dopo Cristo veniva innalzata una grande Villa Romana sull’istmo di punta Zorna presso Zelena Laguna dentro la quale c’erano le terme e due peristili che si alimentavano appunto dalle sorgenti di Funtana, attraverso un acquedotto semisotterraneo come riscontrato dagli scavi archeologici.
    Il molo portuale non serviva soltanto agli abitanti della villa ma anche per il rifornimento delle navi che transitavano lungo la costa occidentale istriana.
    Infatti, qui c’era l‘acquedotto con i bacini che venivano riempiti d’acqua dolce. Le navi non potevano attraccare nelle secche vicino alle sorgenti.
    Una delle sorgenti di Funtana porta il nome di Perilo (lett. trad. ‘’lavatoio’’) in quanto le massaie locali ci facevano il bucato per secoli.

Turistička zajednica općine Funtana

Bernarda Borisia 2

HR – 52452 Funtana

Tel. +385 52 445 119

Fax +385 52 445 124

E-mail: info@funtana.com

Copyright 2016 Ente turistico Fontane